ATTENZIONE: Questo blog contiene poche citazioni anni '80.

sabato 29 marzo 2008

Marcello & Sofia...

...ovvero può una tavola in B/N sembrare a colori?...


Un anno fà i tipi della Gaghi Editrice (Milano) chiesero a Daniele Mocci e a me di realizzare delle tavole autoconclusive per la rivista bimestrale "TempoDì", pubblicazione dedicata ai neopensionati!!!! Quello che è venuto fuori è una serie su i due coniugi Marcello e Sofia (nomi che accostati evocano tanti di quei matrimoni e divorzi di ieri, oggi, domani...) di cui vedete le prime 3 tavole! La rivista è a colori ma c'e da considerare che per le generazioni dei sessantenni il fumetto popolare resta una cosa da gustare in bianco e nero e inoltre se avessi lasciato colorare le tavole al fotolitista di turno sarebbe venuta fuori la solita arlecchinata!! Da qui l'idea di inserire nelle tavole degli inserti di colore ocra che completassero la composizione grafica delle vignette...
Ieri ho preparato la settima autoconclusiva e per festeggiare l'anno ho cambiato il colore! Ci si diverte con poco : )

19 commenti:

Fra ha detto...

Belle le tavole e gli insulti sottili ai fotolitisti!

Lukkus ha detto...

Grazie mille! Troppo bbuono!
Io i fotolitisti li capisco, fanno così perchè sono pagati al chilo! Quello che non capisco è perchè se la debbano prendere proprio con le tavole! : )

Anonimo ha detto...

Io con quest'uomo ho giocato a scala 40 dopo cena...

:pulp

Lukkus ha detto...

Già! E devo dire che nel gioco delle carte siamo proprio due... assi! (risata finta registrata!)

Daniele Mocci ha detto...

Caro signor Usai, sono Alfredo Manieri, un giovane sceneggiatore di fumetti. Vorrei propormi a Lei e al sig. Mocci come sceneggiatore di Super Pro e di Marcello e Sofia, due serie che non capisco come si faccia a non condividere con altri sceneggiatori. E poi si lamentano che i giovani sceneggiatori non trovano occupazione. So inoltre che lei lavora da anni alla Disney Italia e il sig. Mocci lavora da anni alla Bonelli. La mia domanda è questa, ma insomma... volete lasciare qualcosa anche a noi poveri esordienti? Avrei inoltre da presentarle una nuova serie a fumetti che si occupa di fatti strani e insoliti. Si chiama Zartin Zystère. Gliene parlerò in seguito. Grazie. Suo Alfredo Manieri

Lukkus ha detto...

Signor Manieri, non so perchè ma ho qualche dubbio sulla sua identità e integrità("non tanto su quella morale quanto su quella fisica" diceva il poeta!)!
Comunque la sua è solo invidia verso chi opera nel settore da decenni e dovrebbe porsi con più umiltà e prostrazione nei confronti di chi porta avanti la Cultura in Italia! E trallaltro la sua idea su Zartyn Zistère non è per niente originale! Lo stesso Mocci da anni pubblica per le Edizioni del Taglione un personaggio simile (ma ovviamente Più migliore!), Kartin Klystère, che indaga su fatti insoliti che succedono dentro il nostro corpo e di conseguenza nella nostra mente!Si vergogni! Vile plagiatore! La prossima volta non pubblicherò il suo commento! E se la becco per le fiere la costringo a leggere tutta la collezione di Tskagor!
Addio...

Daniele Mocci ha detto...

Spettabile signor Usai, sono Moreno Pupazzetti, lo sceneggiatore principale di Tskagor, il giustiziere di Clearwood, personaggio ai più poco noto ma con un seguito di appassionati pari quasi a quello del vostro Super Pro. Posta tutta la mia solidarietà al povero Alfredo Manieri (che conosco bene e stimo assai, avendo frequentato con lui il corso "Il fumetto e il suo perché", tenuto qualche anno fa da illustri esponenti del settore), mi propongo anch'io come sceneggiatore delle vostre due serie a fumetti. Mi permetto altresì di proporle il giovane (e promettente) Gallieno Acciai come disegnatore. Ci faccia sapere e la smetta di trattare da poveracci noi esordienti che non abbiamo avuto la sua stessa fortuna (sfacciata)! Saluti, Moreno Pupazzetti

Lukkus ha detto...

E va bene, signor Pupazzetti, potete lavorare nella serie! Chiamate in Casa Editrice e chiedete di Jhonny Pescedaprile...penserà lui a tutto!

Carburo ha detto...

Mio nonno ha letto le vostre ultime perle su questo blog e mi ha ordinato di dirvi che "Seisi tottu cazzarasa"

ps: grazie a luca per la facilità con la quale si può lasciare un commento. facevi prima a organizzare un torneo di american gladiators per permettere l'accesso al blog!

Lukkus ha detto...

Ciao Carburo! Tanti saluti a tuo nonno che ha sempre una buona parola per chiunque! Comunque ci tengo a precisare che ha iniziato il Mocci!
:))

PS: Ho cambiato le impostazioni!Ora dovrebbe essere più facile lasciare un commento! O almeno spero!Ancora non sono molto pratico! Ora provo a organizzare un torneo di american gladiators, magari è più facile sul serio!

Anonimo ha detto...

Gentile signor Usai. Da anni mi fate fare provini per disegnare Super Pro, ma vengo rifiutato con scuse patetiche, anzi peripatetiche. Un giorno sono troppo disneyano, un altro sono troppo spigoloso, un altro non ho appreso pienamente la filosofia procionesca, un altro sono troppo procione e poco filosofo! Insomma ci vuole tanto per dirmi che non vi piaccio e basta? Che forse ho uno sgradevole dopo barba? O forse è perchè ha saputo che non mi piace il mirto e fosse per me tutti i vigneti che lo supportano potrebbero bruciare per giorni? In attesa di una sua eventuale risposta le porgo distinti saluti. Ma anche no!

Franco Inangirba

Lukkus ha detto...

Non farei mai disegnare una storia di Super Pro a uno che pensa che esistano i "vigneti" di mirto! Lei merita un sacco di pene corporali e ora chiamo ai miei cuggini di Perdasdefogu per venirla a cercare!

PS: le discussioni su questo blog stanno prendendo una piega un tantino demente! Spero che nei post futuri il livello si alzi un po'! :))

Daniele Mocci ha detto...

Ordunque buongiorno. Mi appello Umberto Eco (eco... eco... eco... eco... co... o...) e raccolgo immantinente l'invito dell'illustre illustratore Usai a sollevare il livello dei commenti presenti in codesto blog (blog... blog... blog... log... og... g...). Vorrei solo porre alla vostra attenzione una questione di somma importanza circa i vigneti di mirto. Ma cotali vigneti di cui si ciancia (o blatera o ciarla o sproloquia), dove si troverebbero? Che estensione avrebbero? Che razza di frutti darebbero? Bacche in agglomerati di copiosi grappoli? E poi... si potrebbe forse trarre dal vino di mirto (in forma impropria detto "liquore") anche l'aceto di mirto? E codesto aceto sarebbe forse balsamico?
Ringrazio chi fosse in grado di rispondere ai miei quesiti, giacché in questi giorni sto ultimando un romanzo ("Il cognome del Mirto") che avrebbe notevole necessità di tali informazioni. Saluti a tutti, Umberto Eco (eco... eco... eco... co... o...)

Lukkus ha detto...

Ci rinuncio! E vado a consolare i quattro mori nella bandiera che da qualche ora piangono lacrime di mirto!

Grig ha detto...

nuooooo!!! i fotolitisti, nuooooo!!
Bravo Luca, i problemi bisogna saperli affrontare. e l'unico modo per affrontare i fotolitisti è quello di...fare il loro lavoro con il minor sbattimento possibile! e magari ti hanno pure pagato la colorazione! se è così, sei un genio del male!AHR!AHR!AHR!

con ammirazione, Grig

Lukkus ha detto...

Ciao Grig!
Purtroppo per me non sono un genio del male! E quindi dubito che diventerò milionario!! Però non era solo una questione di poco sbattimento! Secondo me quelle tavole funzionano meglio così! Fino a qualche anno fà non si dava quasi importanza al colore, poi è diventato una cosa fondamentale (giustamente!) ma che se usata male diventa troppo pressante tanto da ammazzare il disegno! Come gli effetti speciali al Cinema. Insomma queste tavole le vedevo "finite" solo in questa maniera e nessun fotolitista l'avrebbe mai capito!eheh!

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Anonimo ha detto...

i really love your own writing kind, very unique.
don't give up as well as keep posting for the simple reason that it just that is worth to follow it,
impatient to look at a lot more of your own content pieces, cheers!